Cerca

LESIONI DELLA CUFFIA DEI ROTATORI

La Cuffia dei Rotatori avvolge la testa dell’omero e svolge una fondamentale azione biomeccanica di stabilizzazione e centraggio della stessa.  E’ costituita da un insieme di quattro tendini che danno inserzione rispettivamente ai muscoli Sottoscapolare, Sovraspinato, Sottospinato e Piccolo Rotondo e che partecipano anche alla funzione motoria in senso rotazionale. 

Le lesioni della Cuffia dei Rotatori possono essere ACUTE o DEGENERATIVE, PARZIALI o TOTALI.

—–     SINTOMI     —–

L’intensità dei sintomi dipende grandemente dall’entità della lesione. In genere si ha dolore nei movimenti che portano il gomito verso l’alto (usare il phon, mettere il cappello, usare lo scolapiatti…) ma anche e tipicamente dolore notturno.  Il dolore inoltre può limitare la possibilità di eseguire attivamente questi movimenti. In caso di lesione completa di uno o più tendini la limitazione funzionale della spalla aumenta.

—–     DIAGNOSI     —–

La diagnosi è clinica e si basa sui sintomi descritti dal paziente e sull’esecuzione di test specifici. La diagnosi è confermata da un’ ECOGRAFIA muscolotendinea oppure da una RISONANZA MAGNETICA a seconda del caso. In alcuni pazienti possono essere presenti delle calcificazioni espressione di sofferenza tendinea, che possono essere sintomatiche o meno.

—–     TERAPIA     —–

Varia in base all’età del paziente, all’entità della lesione ed al grado di cronicizzazione della stessa. In linea di massima può andare da una rieducazione motoria assistita da un fisioterapista, all’utilizzo di onde d’urto focali per la tendinopatia calcifica, a delle infiltrazioni locali ambulatoriali fino alla reinserzione tendinea artroscopica.

—–     Torna alla HOMEPAGE     —–