Cerca

INSTABILITA’ DELLA SPALLA

Vi sono vari tipi di instabilità di spalla e si classificano in base alla modalità di insorgenza, alla direzione dell’instabilità, al numero di lussazioni ed alle strutture lesionate.

 

—–     SINTOMI     —–

Instabilità dell’articolazione della spalla che può manifestarsi come sublussazione della testa omerale (sensazione di fuoriuscita della testa omerale che in genere provoca una sensazione di allerta nel paziente che interrompe subito quel determinato movimento che l’ha provocata) o come lussazione vera e propria. Tale lussazione può autoridursi oppure può essere necessario recarsi in Pronto Soccorso.  Un primo episodio di lussazione aumenta le probabilità che se ne verifichino altri ma al contempo aumenta la probabilità di autoriduzione: ciò è espressione di un danno capsulare di rilievo.

—–     DIAGNOSI     —–

La diagnosi è clinica e si basa sui sintomi descritti dal paziente e sull’esecuzione di test specifici. La diagnosi può essere confermata dallìesecuzione di una RADIOGRAFIA per la valutazione del danno alle strutture ossee e da una RISONANZA MAGNETICA preferibilmente con liquido di contrasto intra-articolare per lo studio delle strutture capsulo-legamentose. 

—–     TERAPIA     —–

Varia in base all’età del paziente, all’entità della lesione, al numero di episodi di lussazione nonché al meccanismo che le provoca ed al grado di cronicizzazione della stessa. In linea di massima può andare da una rieducazione motoria assistita da un fisioterapista con rinforzo muscolare fino ad interventi di stabilizzazione che si possono eseguire a seconda dei casi in artroscopia oppure con tecnica aperta. 

—–     Torna alla HOMEPAGE     —–